Aurea corona (Spl, 96, 1)

Le aureole

Articolo 1

Se l’aureola sia distinta dal premio essenziale, che ha il nome di corona aurea

Il premio aggiuntivo è detto «aureola».

Articolo 2

Se le aureole differiscano dai frutti

Il frutto differisce sia dalla corona aurea che dall’aureola.

Articolo 3

Se il frutto sia dovuto solo alla virtù della continenza

I frutti si riferiscono più alla continenza che a qualsiasi altra virtù.

Articolo 4

Se sia giusto assegnare tre frutti alle tre parti della continenza

A chi osserva la continenza coniugale è dato il frutto del trenta per uno, a chi osserva quella vedovile è dato il sessanta e a chi osserva quella verginale è dato il cento.

Articolo 5

Se l’aureola sia dovuta alla verginità

Alla verginità è dovuta una corona speciale, denominata aureola.

L’aureola propriamente è dovuta solo a quelle vergini che hanno fatto il proposito di conservare in perpetuo la verginità, sia che abbiano confermato questo proposito con un voto oppure no […].

In senso lato […] anche alle vergini integre solo fisicamente sarà concessa un’aureola, pur essendo mancato in esse il proposito di conservare per sempre la verginità.

Articolo 6

Se l’aureola sia dovuta ai martiri

Al martirio è dovuta l’aureola come anche alla verginità.

Articolo 7

Se l’aureola sia dovuta ai dottori

Alla predicazione e all’insegnamento è dovuta l’aureola, come anche alla verginità e al martirio.

Articolo 8

Se l’aureola sia dovuta a Cristo

A Cristo non compete l’aureola, ma qualcosa da cui tutte le aureole traggono la loro origine.

Articolo 9

Se l’aureola sia dovuta agli angeli

L’aureola non compete agli angeli [poiché in essi non c’è la perfezione del merito].

Articolo 10

Se l’aureola sia dovuta anche al corpo

Propriamente l’aureola è nell’anima […], tuttavia per una certa ridondanza rifulge anche nel corpo.

Articolo 11

Se sia giusto distinguere tre aureole:
dei vergini, dei martiri e dei predicatori

Alla verginità è dovuta un’aureola […], ai martiri una seconda […], ai dottori e ai predicatori una terza.

Articolo 12

Se l’aureola dei vergini sia superiore alle altre

Assolutamente parlando, l’aureola più nobile fra tutte è quella dei martiri […]. Ma nulla impedisce che sotto qualche aspetto le altre aureole siano superiori.

Articolo 13

Se uno possa avere l’aureola di vergine, di martire o di dottore
più perfettamente di un altro

L’aureola può essere maggiore o minore.