Beatitudine, di Dio

La beatitudine di Dio

Articolo 1

Se a Dio spetti la beatitudine

La beatitudine consiste nel bene perfetto della natura intellettuale. Ora, l’essere perfetto e l’essere intelligente appartengono in modo eccellentissimo a Dio. Quindi la beatitudine conviene a Dio in sommo grado.

Articolo 2

Se Dio sia beato di una beatitudine di indole intellettuale

Bisogna attribuire a Dio una beatitudine di ordine intellettuale, come pure a tutti i beati, i quali sono detti tali per assimilazione alla beatitudine di Dio.

Articolo 3

Se Dio sia la beatitudine di ogni beato

Dal lato dell’oggetto, soltanto Dio è la beatitudine, mentre in rapporto all’atto del soggetto intelligente, la beatitudine delle creature è qualcosa di creato; in Dio invece, anche sotto questo aspetto è qualcosa di increato.

Articolo 4

Se nella beatitudine di Dio sia inclusa ogni altra beatitudine

Quanto di desiderabile si trova in qualsiasi beatitudine, sia essa vera o falsa, preesiste in modo eminente nella beatitudine divina.