Contrizione, durata (Spl 4)

Il tempo della contrizione

Articolo 1

Se tutta la vita presente sia il tempo della contrizione

La contrizione deve durare per tutto il tempo della vita presente sia per il dolore della ragione, sia per quello della parte sensitiva.

Articolo 2

Se sia bene dolersi continuamente dei peccati

Il dispiacere dell’appetito razionale normalmente non può ammettere un eccesso, né di intensità né di durata […].

La passione del dolore assunta dalla volontà invece, come deve essere moderatamente intensa, così deve essere moderatamente prolungata.

Articolo 3

Se le anime abbiano la contrizione dei loro peccati anche dopo la vita presente

Nella patria beata non possono avere la contrizione; all’inferno ne sono privi; in purgatorio hanno il dolore dei peccati informato dalla grazia, che però non è meritorio.