Cristo, effetti della passione (III, 49)

Gli effetti della passione di Cristo

Articolo 1

Se la passione di Cristo ci abbia liberati dal peccato

La passione di Cristo è la causa propria della remissione dei peccati per tre motivi.

Articolo 2

Se la passione di Cristo ci abbia liberati dal potere del demonio

– In rapporto all’uomo, esso fu liberato dal potere del demonio mediante la passione di Cristo in quanto la passione causò la remissione dei peccati.

– In rapporto a Dio, la passione di Cristo ci ha liberati dal potere del demonio in quanto ci ha riconciliati con Dio.

– In rapporto al demonio, la passione di Cristo ci ha liberati dal suo potere in quanto esso, nella passione di Cristo, oltrepassò i limiti del potere a lui concesso da Dio, tramando la morte di Cristo che era immune dalla morte, essendo senza peccato.

Articolo 3

Se la passione di Cristo abbia affrancato l’uomo dai castighi del peccato

La passione di Cristo ci ha affrancati dal reato della pena direttamente e indirettamente.

Articolo 4

Se la passione di Cristo ci abbia riconciliati con Dio

La passione di Cristo è la causa della nostra riconciliazione con Dio per due motivi: perché cancella il peccato e perché è un sacrificio graditissimo a Dio.

Articolo 5

Se Cristo con la sua passione ci abbia aperto le porte del cielo

La passione di Cristo ci ha aperto le porte del regno dei cieli.

Articolo 6

Se con la sua sofferenza Cristo abbia meritato la propria esaltazione

Con la sua passione meritò l’esaltazione in quattro modi: con la risurrezione, con l’ascensione, con l’innalzamento alla destra del Padre, con il potere di giudicare.