Cristo, nascita (III, 35)

La nascita di Cristo

Articolo 1

Se la nascita appartenga più alla natura che alla persona

La nascita viene attribuita come al soggetto proprio del nascere alla persona, o ipostasi, e non alla natura […]. Come al suo termine però la nascita viene attribuita alla natura.

Articolo 2

Se si debba attribuire a Cristo una nascita temporale

È necessario attribuire a Cristo due nascite: una per cui è nato nell’eternità dal Padre, l’altra per cui è nato nel tempo dalla madre.

Articolo 3

Se la Beata Vergine, secondo la nascita temporale di Cristo,
possa essere detta sua madre

La Beata Vergine Maria è la vera e naturale madre di Cristo.

Articolo 4

Se si debba dire che la Beata Vergine è madre di Dio

È eretico negare che la Beata Vergine sia madre di Dio.

Articolo 5

Se in Cristo vi siano due filiazioni

Alcuni pongono in Cristo due filiazioni, poiché due sono le nascite. – Altri invece pongono in Cristo una sola filiazione, essendo unica l’ipostasi o persona […].

In qualche modo sono vere ambedue le opinioni.

Articolo 6

Se Cristo sia nato senza dolore della madre

Nel suo parto non vi fu dolore di sorta, né corruzione alcuna, ma somma gioia.

Articolo 7

Se era necessario che Cristo nascesse a Betlemme

Cristo volle nascere a Betlemme per due motivi.

Articolo 8

Se Cristo sia nato nel tempo conveniente

Cristo nacque nel tempo più opportuno.