Cristo, potenza (III, 13)

La potenza dell’anima di Cristo

Articolo 1

Se l’anima di Cristo abbia avuto l’onnipotenza

È impossibile che l’anima di Cristo abbia l’onnipotenza.

Articolo 2

Se l’anima di Cristo abbia l’onnipotenza per trasformare le creature

L’anima di Cristo non ha l’onnipotenza quanto alla trasformazione delle creature.

Articolo 3

Se l’anima di Cristo abbia avuto l’onnipotenza rispetto al proprio corpo

Secondo la sua propria natura e virtù non poteva cambiare nel proprio corpo le leggi naturali […].

In quanto strumento unito ipostaticamente al Verbo di Dio aveva l’onnipotenza su ogni disposizione del suo corpo […]. Tale onnipotenza però va attribuita più allo stesso Verbo di Dio che all’anima di Cristo.

Articolo 4

Se l’anima di Cristo abbia avuto l’onnipotenza nell’attuare la propria volontà

Per compierlo essa stessa, poteva tutto ciò che voleva.

Per compierlo invece mediante la potenza divina, non lo poteva per virtù propria, ma solo come strumento della divinità.