Distinzione delle cose, comune (I, 47)

La pluralità e la distinzione delle cose in generale

Articolo 1

Se la molteplicità e la distinzione delle cose derivino da Dio

La distinzione e la molteplicità delle cose provengono dal primo agente, che è Dio.

Articolo 2

Se la disuguaglianza delle cose venga da Dio

Come la divina sapienza è causa della distinzione delle cose per la perfezione dell’universo, così è causa anche della loro disuguaglianza.

Articolo 3

Se esista un solo mondo

Questo mondo è unico per un’unità di ordine, data la coordinazione esistente tra gli uni e gli altri esseri.

È necessario affermare che la stessa disuguaglianza tra le cose create, stabilita dalla divina sapienza [a. 2], esige che una creatura agisca sull’altra.