Fede, in generale (II-II, 1)

L’oggetto della fede

Articolo 1

Se l’oggetto della fede sia la prima verità

La fede di cui parliamo non accoglie verità alcuna se non in quanto è rivelata da Dio, che quindi è il suo oggetto formale. Se invece guardiamo le cose accolte dalla fede, allora l’oggetto cosiddetto materiale non è soltanto Dio, ma anche molte altre cose, che però non vengono accolte dalla fede se non in ordine a Dio.

Articolo 2

Se l’oggetto della fede sia qualcosa di composto a modo di enunciato

Dal lato delle cose credute l’oggetto della fede è una realtà semplice, ossia non composta, ma dalla parte di chi crede l’oggetto della fede è una realtà composta, come lo sono gli enunciati.

Articolo 3

Se la fede possa contenere delle falsità

La fede non può contenere il falso.

Articolo 4

Se le cose che si vedono possano essere oggetto di fede

Né la fede né l’opinione possono essere di cose evidenti per il senso o per l’intelletto.

Articolo 5

Se le verità di fede possano essere oggetto di scienza

Non è possibile, come si è visto [a. 4], che la stessa cosa possa essere da un medesimo soggetto creduta e vista. Per cui è anche impossibile che sia oggetto di scienza e di fede.

Tuttavia può accadere che quanto è visto e saputo da uno sia creduto da un altro.

Articolo 6

Se le verità di fede debbano essere distinte in un certo numero di articoli

Dove abbiamo qualcosa che per una speciale ragione è inevidente, là troviamo un articolo distinto; là dove invece più cose sono conosciute per una medesima ragione, là gli articoli non sono distinti.

Articolo 7

Se gli articoli di fede siano cresciuti con l’andare del tempo

Quanto alla sostanza degli articoli di fede non ci fu alcuno sviluppo nel corso dei tempi […]. Quanto invece all’esplicitazione, il numero degli articoli ebbe un aumento.

Articolo 8

Se gli articoli di fede siano convenientemente enumerati

La prima divisione delle verità di fede è questa: che una parte di esse riguarda la grandezza di Dio, e una parte il mistero dell’umanità di Cristo […]. E così in tutto sono quattordici articoli.

Alcuni però distinguono dodici articoli di fede: sei per la divinità e sei per l’umanità [del Redentore].

Articolo 9

Se vi siano degli inconvenienti nel porre gli articoli di fede in un simbolo

Fu necessario raccogliere in un compendio le verità di fede per proporle più facilmente a tutti.

Articolo 10

Se spetti al Sommo Pontefice stabilire il simbolo della fede

Spetta alla sola autorità del Sommo Pontefice la promulgazione di un nuovo simbolo; come del resto anche ogni altra cosa che interessa tutta la Chiesa.