Giudizio finale, conoscenza dei meriti e dei demeriti (Spl 87)

La conoscenza che nel giudizio avranno i risuscitati
rispetto ai meriti e ai demeriti

Articolo 1

Se chiunque dopo la risurrezione verrà a conoscere tutti i propri peccati

Le coscienze dei singoli saranno come dei libri in cui sono descritte le cose compiute.

Articolo 2

Se ognuno allora sarà in grado di leggere tutto ciò che passa nella coscienza altrui

Necessariamente occorre che ciascuno, come ricorda i propri meriti e demeriti, così abbia conoscenza anche di quelli altrui.

E questa è l’opinione più probabile e comune.

Articolo 3

Se tutti i meriti o i demeriti propri e altrui verranno conosciuti con una sola intuizione

In un tempo brevissimo, con l’aiuto della virtù di Dio.