Gradi, della carità (II-II, 24, 9)

Il soggetto della carità

Articolo 9

Se sia giusto distinguere nella carità i tre gradi di incipiente, proficiente e perfetta

Si distinguono diversi gradi nella carità in base ai vari compiti che l’uomo è portato ad affrontare con l’aumento di essa. Infatti da principio l’uomo ha il compito principale di allontanarsi dal peccato […]. E ciò appartiene agli incipienti […]. – Segue poi lo sforzo di avanzare nel bene. E questo compito appartiene ai proficienti. – Il terzo compito infine consiste nell’attendere principalmente ad aderire a Dio e a godere di lui. E ciò appartiene ai perfetti.