Ornamenti, delle donne (II-II, 169, 2)

La modestia nell’abbigliamento

Articolo 2

Se gli ornamenti delle donne siano esenti dal peccato mortale

Se una donna sposata si abbellisce per piacere al marito, lo può fare senza peccato. Invece le donne che non hanno marito, e non aspirano ad averlo, o sono in stato di non poterlo avere, non possono desiderare senza peccato di piacere sensualmente agli uomini: poiché ciò è dare ad essi un incentivo a peccare. Se quindi si adornano con l’intenzione di provocare qualcuno alla concupiscenza, peccano mortalmente. Se invece lo fanno per leggerezza, o anche per vanità e ostentazione, non sempre è peccato mortale, ma talora è veniale.