Peccato, e il demonio (I-II, 80)

Il demonio come causa del peccato

Articolo 1

Se il demonio possa essere per l’uomo causa diretta del peccato

Dal lato delle creature la sola volontà umana è, dall’interno, la causa diretta del peccato. Il demonio può essere causa del peccato non in maniera diretta ed efficace, ma solo come patrocinatore o presentatore dell’oggetto appetibile.

Articolo 2

Se il demonio possa indurre al peccato istigando interiormente

Tutta l’azione interiore del demonio riguarda la fantasia e l’appetito sensitivo, muovendo i quali può indurre al peccato.

Articolo 3

Se il demonio possa costringere a peccare

Con il suo potere il diavolo potrebbe costringere qualcuno a compiere atti che nel loro genere sono peccaminosi, se Dio non lo tenesse a freno; non può tuttavia costringerlo a peccare.

Articolo 4

Se tutti i peccati degli uomini dipendano dalla suggestione del demonio

Il demonio è causa occasionale e indiretta di tutti i nostri peccati in quanto fu lui a indurre il primo uomo a quel peccato per cui noi siamo tutti proclivi alla colpa […]. Direttamente però il demonio non è la causa di tutti i peccati umani nel senso che li suggerisca tutti.