Rapporto coniugale, moralità (Spl 49, 4 ss.)

I beni del matrimonio

Articolo 4

Se l’atto coniugale sia scusato dai beni suddetti fino a non essere in alcun modo peccaminoso

I suddetti beni giustificano pienamente l’atto del matrimonio.

Articolo 5

Se l’atto matrimoniale possa essere giustificato anche senza i beni del matrimonio

Gli sposi si uniscono senza peccato per due soli motivi: per procreare la prole o per rendere il debito coniugale. Altrimenti il loro atto sarà sempre peccato, almeno veniale.

Articolo 6

Se compiere l’atto coniugale senza proporsi uno dei beni del matrimonio, ma per il solo piacere, sia sempre un peccato grave

Se uno cerca il piacere trasgredendo la legge del matrimonio […], allora l’atto è un peccato mortale […]. Se invece si cerca il piacere entro i limiti del matrimonio […], allora è un peccato veniale.