Uomo, azione sulle altre creature (I, 117)

L’attività causale dell’uomo

Articolo 1

Se un uomo possa insegnare all’altro

L’insegnante causa la scienza dell’alunno, portandolo dalla potenza all’atto.

Articolo 2

Se gli uomini possano insegnare agli angeli

Sulle realtà divine gli angeli non sono mai illuminati dagli uomini. Tuttavia gli uomini possono rivelare agli angeli i segreti del loro cuore a modo di locuzione.

Articolo 3

Se l’uomo con la virtù della sua anima possa trasmutare la materia corporea

L’anima, molto meno dell’angelo, potrà trasmutare la materia con la sua virtù naturale, a meno che non si serva di qualche corpo.

Articolo 4

Se l’anima separata possa muovere i corpi di moto locale

L’anima separata con la sua virtù naturale non può muovere nessun corpo.